Articoli

I fatti più sorprendenti e interessanti riguardo i capelli.

I fatti più sorprendenti e interessanti riguardo i capelli.

Struttura e metabolismo dei capelli.

I capelli sono formati dal bulbo situato nella parte interna del cuoio capelluto e da un fusto, ovvero la parte esterna, che conosciamo bene, vediamo e tocchiamo, e che è costituito per la maggior parte di cheratina, una proteina formata dai cheratinociti (cellule specializzate).

Ecco è conseguenze di una dieta sbilanciata sui capelli

  • Minore crescita del capello dovuta a una riduzione della sintesi proteica.
  • Minore resistenza del capello dovuta ad un’insufficiente quantità di cheratina.
  • Minore protezione dall’azione di radicali liberi e ossidanti, dovuta alla carenza delle vitamine di protezione.

Tutto questo si traduce in capelli opachi, spenti, deboli, fragili, secchi e che tendono a cadere.

Vitamine per capelli.

Per quanto riguarda i minerali e le vitamine per  i capelli, dato che il corpo non è in grado di produrli da sé, la loro presenza all’ interno dell’ organismo dipende completamente dall’ assunzione degli alimenti che li contengono. Il legame tra nutrizione e stato di caduta di capelli è certo.

Quando siamo stressati, stanchi o quando la nostra alimentazione è meno equilibrata, i nostri capelli appaiono spenti, fragili e le nostre unghie si sfaldano. Le cellule che generano i capelli hanno bisogno di elementi indispensabili per la produzione della fibra: vitamine, aminoacidi ed oligoelementi .

Le vitamine sono importanti per far crescere i capelli sani e forti. Spesso infatti dietro capelli deboli, che si spezzano o che non crescono velocemente si nasconde proprio una carenza vitaminica.

Le vitamine e i sali minerali devono essere assunti con la dieta in quantità adeguata altrimenti possono insorgere malattie da carenze nel cui quadro generalmente predominano disturbi metabolici .

Quale ruolo giocano le vitamine per i capelli?

Cheratinizzazione, cioè il processo che porta alla formazione di cheratina, che è un processo multi regolato, in cui intervengono molte sostanze, tra cui le vitamine, che quindi risultano essenziali per la corretta formazione della struttura del capello.

Attività follicolare, il processo che porta alla moltiplicazione delle cellule del follicolo e alla costituzione del capello stesso. Le vitamine intervengono in questo processo favorendo la sintesi proteica.

Protezione dall’invecchiamento e dallo stress, mediante l’azione antiossidante alcune vitamine proteggono i capelli dai fenomeni di invecchiamento e stress causati dai radicali liberi.

Integratori alimentari e la loro importanza:

Purtroppo la verdura e la frutta, fonte naturale di sali minerali e vitamine, dopo la raccolta vengono conservate per lungo tempo prima di arrivare sulle nostre tavole, subendo così ingenti perdite vitaminiche.

Essendo elementi molto vulnerabili, i sali minerali e le vitamine vengono distrutti a causa della cottura degli alimenti che li contengono. Quindi diventa spesso necessario integrare la nostra dieta giornaliera con preparati vitaminici adeguati al fine di mantenere una costituzione sana.

Per la buona salute dei capelli sono utili integratori costituiti da aminoacidi necessari per la sintesi della cheratina (la proteina di cui è costituito il capello) come la cisteina, la metionina oppure minerali come il calcio, lo zinco, il ferro, il rame, il selenio, il magnesio e le di vitamine come la C, la E, la B1, B2, B3, B5, B6, B9 e B12.

Gli integratori alimentari forniscono vitamine, aminoacidi e minerali di cui l’organismo ha bisogno a causa di carenze momentanee o per compensare regimi alimentari scorretti.

Vedi anche “effetti collaterali da mancanza di vitamine e minerali” a questo link: http://wp.me/p7vXOQ-19T

Gli integratori vanno utilizzati in particolari casi e nella composizione ideale per il tipo di carenza da trattare. Il loro uso è particolarmente indicato quando si ravvisa un aumento della caduta che segue stati di stress psico-fisico pronunciati e persistenti, malattie lunghe e debilitanti, diete molto drastiche.

Seguiteci alla scoperta dei fatti più sorprendenti e interessanti riguardo ai capelli.

  • Ogni giorno ogni persona perde in media 60-100 capelli. Il numero varia molto da persona a persona e anche dalle stagioni, dalle malattie, dalla gravidanza, dall’età. Perciò se vi accorgete che state perdendo più di 100 capelli al giorno, iniziate a preoccuparvi, significa che state diventando calvi!
  • I capelli maschili hanno un diametro doppio rispetto a quelli femminili; poi ovviamente il diametro è influenzato anche dalla razza umana e dal tipo di capelli.
  • Il 90% dei capelli sulla vostra testa è in fase di crescita, la restante parte è in fase dormiente…
  • Il colore naturale dei capelli più comune, a livello globale, è il nero. Le bionde costituiscono appena il 2 per cento della popolazione.
  • Ogni capello è in grado di sopportare un peso di 100 grammi. Se si moltiplica per il numero tatale di capelli la storia di Raperonzolo diventa già meno fantastica di quanto si possa credere. In media, una persona ha circa 100.000 ciocche di capelli sulla testa, il che rende i capelli abbastanza forti da sollevare il peso di due elefanti!
  • I biondi hanno più capelli. Il colore dei capelli determina la densità di capelli sulla testa. Una persona ha in media 100mila bulbi che sono in grado di produrre circa una ventina di capelli ciascuno durante il corso della nostra vita. I biondi hanno circa 150mila bulbi. Mentre i rossi sono coloro che hanno meno capelli circa 86mila.
  • La radice dei capelli, situata sotto il cuoio capelluto, è l’unica parte del capello che è viva.
  • l caldo stimola la crescita dei capelli, mentre il freddo la inibisce.
  • Tagliare i capelli a intervalli regolari non aiuterà a farli crescere più velocemente; rimuovete solo le doppie punte, che rendono i capelli inclini alla rottura.
  • La vita media di ogni capello va dai 3 ai 7 anni. Infatti prima di cadere i capelli possono essere tagliati colorati e acconciati un bel po’ di volte, per poi cadere da soli.
  • Puoi perdere fino alla metà dei tuoi capelli prima che qualcuno possa accorgersene.
  • Se i capelli vengono a contatto diretto con delle sostanze acide, con pH da 0 a 7 (aceto, balsamo per capelli) le squame dei suddetti si chiudono, lasciandoli morbidi; se invece vengono a contatto diretto con una sostanza alcalina, con pH da 7 a 14 (acqua del mare, candeggina, ecc…) le squame dei suddetti si aprono, facendoli quindi diventare crespi.
  • I capelli sono apparentemente indistruttibili. A parte la loro infiammabilità, i capelli come è possibile notare anche nei reperti archeologici, sembrerebbero non decomporsi neanche dopo la morte. Come reliquia, infatti, i capelli potrebbero diventare un oggetto raro e prezioso. Nel 2006 una parrucca che era stata indossata dall’artista Andy Warhol è stata venduta all’asta per la bellezza di 10.800 $ (circa 7.700 €), presso la casa d’aste americana Christie’s.

Se ti è piaciuto il mio articolo condividilo con i tuoi amici e se puoi lasciami un commento per farmi sapere cosa ne pensi.

I 10 errori che vengono commessi da “quasi” ogni donna

I 10 errori che vengono commessi da “quasi” ogni donna

Primo errore chiave – Abbassare le mani e nuotare con il flusso del tempo.
Se la vecchiaia è inevitabile, quindi perché fare qualcosa? Ugualmente non mi aiuterà! E mentre noi diffondiamo questo pensiero sulle onde, ogni giorno perduto ci tira nel pantano di flaccidezza, rughe e infermità. Rifiutando l’attività fisica, stiamo portando alla vecchiaia, perché sul volto principalmente viene riflesso il nostro stato – tristezza e disperazione. Immediatamente si abbassano gli angoli della bocca, la rabbia solca la nostro fronte, il borbottio riduce la bocca in un polsino rugoso.

Secondo errore, al contrario del precedente, Cercare di trovare un prodotto magico.
Quando si tenta di tornare in fretta alla giovanezza sfuggente. Si inizia a comprare freneticamente “i magici cosmetici” ampiamente pubblicizzati,  spendere soldi per numerosi procedure cosmetiche, alcune anche pericolose… provare all’infinito ed infine rinunciare, rovinare l’umore e cadere nella disperazione. Vi è un desiderio di fare qualcosa per fermare il tempo, ma non c’è conoscenza, ne di come ne di cosa.

Terzo errore, una conseguenza del secondo – Mancanza di una cura della pelle completa, nonostante l’uso di un “superprodotto”.
Nessuna crema magica è in grado di soddisfare tutte le esigenze della pelle. E più vecchi si diventa, più questa “regola” si fa urgente. La pelle ha bisogno di cure individuali, come all’esterno anche dall’interno, richiede procedure diverse, come la pulizia, la tonificazione, l’idratazione, il nutrimento e la protezione. Solo un trattamento completo fornisce una buona qualità di pelle con la soddisfazione del risultato.

Quarto errore – Trascuratezza delle norme di sicurezza.
Questo è causato dall’ atteggiamento irriverente alle avvertenze sui raggi UV sulla pelle, il fumo, l’ alcool, i prodotti chimici per la casa, i cosmetici cattivi e altri pericoli. Non si ascoltano le avvertenze e poi ci si preoccupa guardandosi nello specchio e dando la colpa solo all’avanzare dell’età e non agli abusi e cattive abitudini avuti in gioventù.

Quinto errore  – Intemperanza nel mangiare.
Ciò che è buono per il corpo a 16 anni, può essere pericoloso per le donne dopo i 30, per non parlare dei 40, 50 e così via. Quando diventiamo più vecchi, c’è la necessità di consumare meno calorie per ridurre il consumo energetico, necessario per la disintegrazione delle sostanze nutritive.

Sesto errore – Insufficiente apporto e conservazione di acqua.
Circa l’acqua è già stato detto così tanto che non bisogna aggiungere quasi nulla. Tuttavia, ancora molti credono che sia possibile per soddisfare le esigenze del corpo e della pelle che sia abbastanza bere bevande gassate, tè, caffè e altri liquidi. Le donne non credono che la pelle può essere secca, per il fatto che mancano di acqua e non credono neanche che la metà di altre bevande provocano la disidratazione del corpo.

Settimo errore – La mancanza di riposo.
Tutto cambia così velocemente nella nostra vita moderna e ogni giorno si cerca di ottenere tante cose. Molto spesso però, vogliamo solo crollare sul divano, chiudere gli occhi e non vedere nessuno. Tutto il corpo è in costante tensione – muscoli, vasi sanguigni e gli altri tessuti. Il corpo stressato influisce sicuramente sulla faccia, sullo stato dei propri muscoli, sui vasi sanguigni e la pelle. L’incapacità di fermarsi, rilassarsi, dormire abbastanza, necessariamente porta allo stress ed all’ invecchiamento precoce del viso e del corpo.

Ottavo errore – Mimica eccessiva.
La mimica è un dono di Dio, un modo per esprimere i propri sentimenti e le proprie emozioni. Le faccie gonfiate di Botox sono incapaci di esprimere emozioni, diventano simili a una maschera. Tuttavia, spesso la mimica è attivata senza incorrere in alcun senso, per esempio, quando accigliamo la fronte lavorando al computer, comprimiamo le labbra, aggrottiamo le sopracciglia quando siamo concentrati e così via. Questi movimenti inutili noi non ne abbiamo bisogno  ed è per questo che bisogna sbarazzarsene per far risparmiare al corpo energia.

Nono errore – La mancanza di sonno.
Meno riusciamo ad avere un sonno ristoratore, più velocemente avanzaremo con l’età. Riuscire a dormire abbastanza da la possibilità al corpo e al volto di recuperare. Il corpo produce gli ormoni necessari per la giovenezza e la bellezza. Questi processi avvengono durante la notte. Gli esperti dicono che il lavoro più importante si svolge tra le ore 22 e le 24.

Decimo errore, che comprendere l’insieme di tutti i precedenti – La riluttanza a cambiare il proprio stile di vita.
Tutte queste credenze e le difficoltà sono create dalla mancanza o dall’ insufficiente di motivazione. In poche parole, una mancanza di desiderio di essere in grado di superare la pigrizia, i pregiudizi, l’esperienza passata, che vi farà andare in palestra, correggere gli errori, fare esercizi per il viso e il corpo, normalizzare lo stato mentale, consentendovi di ritornare alla fioritura e giovinezza del volto.

L’idea che tutte le persone “invecchiano e muoiono presto”   diventa così familiare per la maggior parte delle persone che non vogliono nemmeno pensare di peggiorare la qualità della propria vita. Dopo tutto, pensano di morire presto, appena invecchiano.

Viene spontanea una domanda, Siamo tutti destinati ad invecchiare ma Voi siete pronti ad invecchiare nella debolezza e decripitezza con mancanza di vigore e produttività?
Il mantenimento o il ritorno alla giovinezza  sembra un sogno sfuggente perché è spostato nella sfera dei sogni teorici. Le donne vedono il problema all’invecchiamento come inevitabile e accordate con il loro aspetto.

Continua a seguirmi sul mio blog, in questi giorni troverai altri articoli interessanti.

Se hai trovato interessante il mio articolo condividilo e lasciami un commento

I 10 errori che vengono commessi da "quasi" ogni donna

 

Fisiologia dello stress. Scopri le Soluzioni.

Fisiologia dello stress. Scopri le Soluzioni.

Sicuramente lo stress rappresenta uno dei problemi della vita moderna. Lo stress è uno stato di tensione fisica e mentale. I fattori stressanti sono parte integrante della vita stessa dell’individuo ( lo studio, il lavoro, i problemi dei figli …). Essi sottopongono l’organismo ad una fatica fisica e mentale, esigendo un continuo stato di allerta per affrontarli. Ma è in momenti di particolare preoccupazione, di intenso dolore (come la morte di un familiare), di esami, di cambiamento e di instabilità della propria vita che si sente maggiormente l’influenza di questi fattori stressanti sul sistema nervoso, il quale reagisce provocando estremo timore ed ansietà all’individuo.

Ogni volta che siamo stressati indipendentemente dalla nostra volontà, nel nostro corpo si attiva la risposta di attacco-fuga, controllata dal sistema nervoso autonomo simpatico e dal sistema cortico-surrenale, che generano nel nostro corpo molti cambiamenti. Vedremo cosa ci succede veramente nel corpo quando siamo stressati: nel cuore, nel sangue, nel sistema immunitario, nella digestione, nei muscoli, etc… etc…

Cuore.
Il battito cardiaco aumenta perché il cuore deve lavorare maggiormente per pompare più sangue, ossigeno e zuccheri, per fornire maggiore energia al corpo e di conseguenza aumenta anche la pressione sanguigna.

Sangue.
Dal momento che il corpo reagisce automaticamente come se fossimo minacciati da un pericolo fisico, la nostra pressione sanguigna promuove la costrizione dei vasi in modo tale da evitarci la morte nel caso in cui venissimo feriti e il sangue inizia a coagularsi per lo stesso motivo. Quindi, quando siamo stressati, la nostra pressione può alzarsi e il nostro sangue coagula, anche se non siamo veramente feriti e la nostra incolumità fisica non è a rischio!

Sistema immunitario.
Anche il sistema immunitario viene disabilitato quando siamo sotto stress. Il nostro corpo, infatti, quando siamo stressati, è troppo occupato a rispondere, scappando o attaccando, ad un pericolo imminente, per spendere energie e risorse a prevenire e combattere le malattie… Questo vuol dire che quando siamo sotto stress prolungato siamo molto più vulnerabili alle malattie. Veramente lo stress costante può farci ammalare.

Digestione.
Dal momento che quando siamo in pericolo il nostro organismo disattiva tutti quei sistemi che non sono assolutamente necessari alla sopravvivenza, il processo della digestione viene rallentato perché il corpo riduce l’apporto di sangue agli organi digestivi. Quindi, anche se si fa sport e si mangia cibo sano, se siamo costantemente stressati il nostro corpo non sarà in grado di digerire propriamente il cibo e di estrarne i nutrimenti necessari perché la nostra digestione sarà rallentata. Inoltre, sempre per questo motivo, essere costantemente sotto stress potrebbe anche portarci a sviluppare acidità di stomaco e stipsi.
Quando il livello di ROS (Reactive oxygen species) eccede la capacità di neutralizzazione da parte dei sistemi antiossidanti, si verifica quella condizione denominata stress ossidativo, ovvero una condizione nella quale le difese antiossidanti dei tessuti sono superate dalla reattività dei radicali liberi. Lo stress ossidativo sembrerebbe implicato nel processo di morte cellulare in diverse patologie degenerative del sistema nervoso centrale.

Muscoli.
Sotto stress il sangue fluisce maggiormente ai muscoli, soprattutto quelli delle gambe e delle braccia, per portare un maggior apporto immediato di energia. Quando succede, mettiamo i nostri muscoli sotto pressione, perché non sono stati preparati a gestire così tanto lavoro. Ecco perché quando siamo stressati spesso ci sentiamo tesi.

Glicemia.
Sotto stress il livello di zuccheri nel sangue aumenta (il fegato rilascia più glucosio) per fornire più energia al corpo. Non tutti sono equipaggiati per gestire questo aumento di zuccheri, che potrebbe portare ad alcuni a sviluppare seri problemi di salute.

Respiro.
Quando siamo sotto stress, il ritmo del nostro respiro cambia; da rilassato, lento, profondo e diaframmatico, diventa veloce, affannato e superficiale. Il che può portare persino all’iper-ventilazione, spesso concausa di ansia e attacchi di panico. Ora sappiamo che, quando siamo sotto stress, respiriamo molto più superficialmente e frequentemente per permettere al corpo di ricevere tutto l’ossigeno che gli serve per difendersi.

Traspirazione.
Sotto stress possiamo sudare eccessivamente. Il nervosismo e lo stress può farci sudare di più: il corpo suda per mantenersi fresco. Ricordiamoci che quando siamo stressati il nostro corpo ha attivato la risposta di attacco o fuga, che comporta una iper-attivazione dell’organismo, quindi risponde sudando per prevenire il rischio di un iper-riscaldamento, che potrebbe causare dei serissimi problemi agli organi interni.

Sistema riproduttivo.
Così come il sistema digestivo e immunitario, anche quello riproduttivo viene momentaneamente soppresso durante l’attivazione della risposta attacco-fuga; proprio perché, di fronte alla percezione di una minaccia, il nostro corpo ha come priorità unica quella di difendere la nostra sopravvivenza. Quando siamo sotto stress, quindi, sperimentiamo un normale calo della libido, e a lungo andare potremmo anche a sviluppare diversi disturbi sessuali (disturbo dell’eiaculazione precoce, disturbo del desiderio, anorgasmia… ecc.).

Invecchiamento.
Sotto stress, il corpo diminuisce il rilascio dell’ormone anti-invecchiamento, quindi le nostre cellule tendono a invecchiare più velocemente.

Attenzione!!!
Una risposta da stress troppo intensa o troppo protratta nel tempo può portare a un’attivazione fisiologica e psichica eccessiva, imponendo all’organismo sforzi esagerati e innaturali, portandolo a una fase di esaurimento e di estrema vulnerabilità.

Lo stress cronico, oltre a portare a disturbi psicologici come come ansia e depressione, problemi del sonno e dell’appetito e sensazioni di stanchezza o irritabilità, può indurre anche disturbi fisici come ulcere, ipertensione arteriosa, malattie cardiache e danneggiare il sistema immunitario, diminuendo la capacità dell’individuo di combattere batteri e virus infettivi .

Scopri come combattere lo stress qui

Scopri qui anche perchè dormire bene fa diminuire lo stress.

Se hai trovato interessante il mio articolo condividilo e lasciami un commento.

Fisiologia dello stress. Scopri le Soluzioni.