Articoli

La carenza di zolfo è causa di malattie cardiache?

La carenza di zolfo è causa di malattie cardiache?

Normalmente non facciamo caso alla carenza di zolfo il quale è un nutriente estremamente importante per il nostro corpo e quando questa sostanza viene a mancare, può intaccare la salute del nostro cuore e causare malattie cardiache.

Lo zolfo è un elemento non metallico (numero 16) ed è un nutriente essenziale per il corpo. Purtroppo, molte persone non ne  consumano abbastanza. Nel corso degli anni è stato dimenticato dalla FDA e non è stato inserito nel grano/riso come parte del processo di “rafforzamento”.

Purtroppo, la maggior parte delle diete sono carenti di alimenti ricchi di zolfo come l’erba con cui si nutre il manzo, l’aglio, la cipolla, le uova. Gli agricoltori non stanno mettendo zolfo nel terreno o nei mangimi, quindi, la quantità di zolfo nei vegetali e negli animali è diminuita. La qualità di verdure dipende dal terreno in cui crescono. Gli animali mangiano quelle piante. Lo zolfo è anche trovato naturalmente in acqua di sorgente. Se si utilizza l’osmosi inversa, lo zolfo viene rimosso.

Lo zolfo è uno dei 10 nutrienti più abbondante nel corpo. Vi è circa la stessa quantità di potassio e zolfo e più di zolfo che di sodio. Si tratta di un elemento essenziale per la vita umana e si combina con tanti altri nutrienti, tra cui aminoacidi (blocchi di costruzione per le proteine), metalli (lo zolfo li cancella dal corpo), vitamine e persino rende la nostra pelle i capelli e le unghie più forti.

Uno dei luoghi più importanti dove trovare lo zolfo nel corpo umano è nella molecola di glutatione. Esso è formato da amminoacidi, cisteina, glutammina e glicina. Il glutatione asserve a molte funzioni, come:
· Antiossidante che elimina i radicali liberi
· Antinfiammatorio
· Detox che lega tossine e metalli, rendendoli solubili in acqua e facile da espellere dal corpo.
La carenza di zolfo è causa di malattie cardiache?Come si può notare nella foto sopra, allineando tutti i principali vasi sanguigni vi è uno strato di cellule chiamato endotelio. Queste cellule controllano cosa entra nella parete arteriosa e quello che rimane nella zona interna del flusso di sangue chiamato lume. È interessante notare, che vi è uno spazio che funge da cuscinetto tra il flusso di sangue e l’endotelio. Questa zona è chiamata glicocalice ed i  ricercatori stanno solamente adesso scoprendone la sua importanza, infatti una delle sostanze nutritive che si trova ampiamente in tutto il glicocalice è lo zolfo. Dato che la maggior parte delle diete sono carenti di zolfo,  potrebbe essere un fattore importante nella arteriosclerosi?

Zolfo e Aminoacidi
Gli aminoacidi sono i mattoni delle proteine. Alcuni di questi aminoacidi come cisteina, metionina e cistina contengono zolfo. La Cisteina è un amminoacido importante per la costruzione di glutatione cui sopra. La Metionina non può essere prodotta dal corpo ed è considerato un amminoacido essenziale. La Cisteina e la Cistina possono essere prodotti dal nostro corpo, ma è necessario un adeguato apporto di zolfo.

L’Omocisteina e la Taurina sono simili agli amminoacidi, contengono zolfo e sono molecole molto importanti nella biochimica umana. Quando l’omocisteina va fuori controllo, possono insorgere problemi gravi come attacchi di cuore, ictus, cancro e demenza. Al contrario, quando l’omocisteina è bassa, può causare problemi. Il suo valore di riferimento va da 5 a 7. La taurina è un componente di sali biliari per la digestione ed è noto per ridurre la pressione sanguigna e prevenire i problemi del ritmo cardiaco.

L’acido alfa-lipoico contiene una molecola di zolfo e apporta benefici incredibili nel nostro corpo, come ridurre lo stress ossidativo, abbassare lo zucchero nel sangue migliorando la funzione dell’insulina, la chelazione e abbassare la pressione sanguigna, migliorando la funzione endoteliale.

Lo Zolfo nell’alimentazione

Il modo migliore e ideale per assumere lo zolfo è attraverso la dieta. Lo zolfo è derivato quasi esclusivamente dalle proteine alimentari come il pesce, le carni e il pollame di alta qualità (biologici e nutriti con erba). Carne e pesce sono considerati “completi” in quanto contengono tutti gli aminoacidi dove è presente lo zolfo necessario per la produzione di nuove proteine. Coloro che si astengono dalle proteine animali sono sottoposti ad un maggiore rischio di carenza di zolfo. Altre fonti alimentari che contengono modeste quantità di zolfo sono: uova bio da galline ruspanti, legumi, aglio, cipolla, cavoletti di Bruxelles, asparagi, cavoli, germe di grano,  i broccoli,  i frutti di mare. Giusto per essere chiari, le uova non causano la malattia del cuore. Infatti, le uova aumentano il valore HDL, migliorandone la funzione e migliorando la glicemia. Non temete l’uovo e non temete l’odore dell’aglio. Quell’odore è salute.

I benefici dell’aglio includono :

  •  Riduzione della formazione di placche
  •  Abbassamento della pressione sanguigna e riduzione dello zucchero nel sangue
  • Diminuzione del valore LDL  e abbassamento dei trigliceridi
  • Anticoagulante naturale che inibisce l’aggregazione piastrinica e aumentare l’attività fibrinolitica
  • Anti-cancro. Abbassa il rischio del cancro alla prostata del 23% ed il rischio del cancro al polmone del 44%.
  • Antimicrobica
  • Chelante naturale

Se ritieni questa informazione importante condividila con i tuoi amici, mi farebbe piacere ricevere un tuo commento per sapere cosa ne pensi.

Fisiologia dello stress. Scopri le Soluzioni.

Fisiologia dello stress. Scopri le Soluzioni.

Sicuramente lo stress rappresenta uno dei problemi della vita moderna. Lo stress è uno stato di tensione fisica e mentale. I fattori stressanti sono parte integrante della vita stessa dell’individuo ( lo studio, il lavoro, i problemi dei figli …). Essi sottopongono l’organismo ad una fatica fisica e mentale, esigendo un continuo stato di allerta per affrontarli. Ma è in momenti di particolare preoccupazione, di intenso dolore (come la morte di un familiare), di esami, di cambiamento e di instabilità della propria vita che si sente maggiormente l’influenza di questi fattori stressanti sul sistema nervoso, il quale reagisce provocando estremo timore ed ansietà all’individuo.

Ogni volta che siamo stressati indipendentemente dalla nostra volontà, nel nostro corpo si attiva la risposta di attacco-fuga, controllata dal sistema nervoso autonomo simpatico e dal sistema cortico-surrenale, che generano nel nostro corpo molti cambiamenti. Vedremo cosa ci succede veramente nel corpo quando siamo stressati: nel cuore, nel sangue, nel sistema immunitario, nella digestione, nei muscoli, etc… etc…

Cuore.
Il battito cardiaco aumenta perché il cuore deve lavorare maggiormente per pompare più sangue, ossigeno e zuccheri, per fornire maggiore energia al corpo e di conseguenza aumenta anche la pressione sanguigna.

Sangue.
Dal momento che il corpo reagisce automaticamente come se fossimo minacciati da un pericolo fisico, la nostra pressione sanguigna promuove la costrizione dei vasi in modo tale da evitarci la morte nel caso in cui venissimo feriti e il sangue inizia a coagularsi per lo stesso motivo. Quindi, quando siamo stressati, la nostra pressione può alzarsi e il nostro sangue coagula, anche se non siamo veramente feriti e la nostra incolumità fisica non è a rischio!

Sistema immunitario.
Anche il sistema immunitario viene disabilitato quando siamo sotto stress. Il nostro corpo, infatti, quando siamo stressati, è troppo occupato a rispondere, scappando o attaccando, ad un pericolo imminente, per spendere energie e risorse a prevenire e combattere le malattie… Questo vuol dire che quando siamo sotto stress prolungato siamo molto più vulnerabili alle malattie. Veramente lo stress costante può farci ammalare.

Digestione.
Dal momento che quando siamo in pericolo il nostro organismo disattiva tutti quei sistemi che non sono assolutamente necessari alla sopravvivenza, il processo della digestione viene rallentato perché il corpo riduce l’apporto di sangue agli organi digestivi. Quindi, anche se si fa sport e si mangia cibo sano, se siamo costantemente stressati il nostro corpo non sarà in grado di digerire propriamente il cibo e di estrarne i nutrimenti necessari perché la nostra digestione sarà rallentata. Inoltre, sempre per questo motivo, essere costantemente sotto stress potrebbe anche portarci a sviluppare acidità di stomaco e stipsi.
Quando il livello di ROS (Reactive oxygen species) eccede la capacità di neutralizzazione da parte dei sistemi antiossidanti, si verifica quella condizione denominata stress ossidativo, ovvero una condizione nella quale le difese antiossidanti dei tessuti sono superate dalla reattività dei radicali liberi. Lo stress ossidativo sembrerebbe implicato nel processo di morte cellulare in diverse patologie degenerative del sistema nervoso centrale.

Muscoli.
Sotto stress il sangue fluisce maggiormente ai muscoli, soprattutto quelli delle gambe e delle braccia, per portare un maggior apporto immediato di energia. Quando succede, mettiamo i nostri muscoli sotto pressione, perché non sono stati preparati a gestire così tanto lavoro. Ecco perché quando siamo stressati spesso ci sentiamo tesi.

Glicemia.
Sotto stress il livello di zuccheri nel sangue aumenta (il fegato rilascia più glucosio) per fornire più energia al corpo. Non tutti sono equipaggiati per gestire questo aumento di zuccheri, che potrebbe portare ad alcuni a sviluppare seri problemi di salute.

Respiro.
Quando siamo sotto stress, il ritmo del nostro respiro cambia; da rilassato, lento, profondo e diaframmatico, diventa veloce, affannato e superficiale. Il che può portare persino all’iper-ventilazione, spesso concausa di ansia e attacchi di panico. Ora sappiamo che, quando siamo sotto stress, respiriamo molto più superficialmente e frequentemente per permettere al corpo di ricevere tutto l’ossigeno che gli serve per difendersi.

Traspirazione.
Sotto stress possiamo sudare eccessivamente. Il nervosismo e lo stress può farci sudare di più: il corpo suda per mantenersi fresco. Ricordiamoci che quando siamo stressati il nostro corpo ha attivato la risposta di attacco o fuga, che comporta una iper-attivazione dell’organismo, quindi risponde sudando per prevenire il rischio di un iper-riscaldamento, che potrebbe causare dei serissimi problemi agli organi interni.

Sistema riproduttivo.
Così come il sistema digestivo e immunitario, anche quello riproduttivo viene momentaneamente soppresso durante l’attivazione della risposta attacco-fuga; proprio perché, di fronte alla percezione di una minaccia, il nostro corpo ha come priorità unica quella di difendere la nostra sopravvivenza. Quando siamo sotto stress, quindi, sperimentiamo un normale calo della libido, e a lungo andare potremmo anche a sviluppare diversi disturbi sessuali (disturbo dell’eiaculazione precoce, disturbo del desiderio, anorgasmia… ecc.).

Invecchiamento.
Sotto stress, il corpo diminuisce il rilascio dell’ormone anti-invecchiamento, quindi le nostre cellule tendono a invecchiare più velocemente.

Attenzione!!!
Una risposta da stress troppo intensa o troppo protratta nel tempo può portare a un’attivazione fisiologica e psichica eccessiva, imponendo all’organismo sforzi esagerati e innaturali, portandolo a una fase di esaurimento e di estrema vulnerabilità.

Lo stress cronico, oltre a portare a disturbi psicologici come come ansia e depressione, problemi del sonno e dell’appetito e sensazioni di stanchezza o irritabilità, può indurre anche disturbi fisici come ulcere, ipertensione arteriosa, malattie cardiache e danneggiare il sistema immunitario, diminuendo la capacità dell’individuo di combattere batteri e virus infettivi .

Scopri come combattere lo stress qui

Scopri qui anche perchè dormire bene fa diminuire lo stress.

Se hai trovato interessante il mio articolo condividilo e lasciami un commento.

Fisiologia dello stress. Scopri le Soluzioni.