Articoli

Come invecchiamo e come comportarsi in pratica?

La ombra della nostra vita

 

Non corrisponde a verità considerare la terza età come un tempo di perdita o di progressivo decadimento. Questo periodo della vita anzi lancia una sfida alla nostra capacità di crescita. Se la terza età non è un periodo di sviluppo, si corre il rischio di trascorrerla nella depressione e/o nella disperazione, sentendosi finiti, dimenticati, insignificanti, incompresi e alla fine inutili.

 

Come invecchiamo ?

 

Il cervello arriva a perdere intorno agli 80 anni anche il 10% dei neuroni rispetto al periodo giovanile; per quanto riguarda cuore e vasi sanguigni, giа intorno ai 20 anni si possono riscontrare microlesioni nella parte piu interna; la pelle perde circa il 6% dell’elasticitа ogni 10 anni; nell’occhio il calo della vista inizia intorno ai 40 anni e verso i 60 possono comparire danni piu gravi come danni alla retina o cataratta; nell’orecchio il calo dell’udito inizia intorno ai 60-65 anni; nelle ossa, progressivamente si hanno piu cellule osteoclasti che distruggono l’osso e meno osteoblasti che lo riparano.

 

Quali sono le caratteristiche dell’invecchiamento?

 

  • Le articolazioni diventano piu rigide, meno mobili e talvolta si deformano (specie quelle delle mani) per fenomeni di artrosi;
  • L’altezza puo ridursi, a causa di un incurvamento della colonna vertebrale ;
  • I capelli diventano bianchi, crescono piu lentamente e sono piu sottili;
  • La pelle diventa rugosa e meno elastica, in particolar modo al volto e al dorso delle mani;
  • Le unghie possono diventare opache e fragili;
  • I muscoli si riducono e diminuisce la forza di contrazione;
  • Si presente la perdita di tessuto osseo, con predisposizione alle fratture ;
  • E` comune la presbiopia, gli occhi non vedono bene da vicino, accumulo di lipidi nella sclera (colorazione tipicamente giallognola dell’occhio)
  • Per quanto riguarda l’udito, e frequente la presbiacusia che si manifesta soprattutto in condizioni di rumore ambientale ed in presenza di contemporanee molteplici fonti del suono;
  • Diminuisce la tolleranza allo sforzo fisico, con facile insorgenza di affanno;
  • Aumenta la pressione del sangue e le arterie diventano piu rigide (aterosclerosi);
  • Arretrano le gengive;
  • L’intestino diventa piu pigro, per cui è frequente la stitichezza;
  • Frequente nell’uomo è l’ingrossamento della prostata che comporta un getto urinario minore con minzioni piu frequenti, specie nelle ore notturne;
  • Si riduce la capacitа del sistema immunitario;
  • La guarigione delle ferite è piu lenta;
  • Vi è una eccessiva crescita di peli all’interno delle orecchie e del naso

Alcuni di questi fenomeni possono non comparire mai; altri si evidenziano solo dopo una certa etа (70 anni); in casi meno fortunati giа dopo i trent’anni alcuni di questi segni iniziano giа a manifestarsi.

 

Inoltre nell’invecchiamento si evidenziano generalmente quattro fattori :

 

  • iperglicemia (il glucosio non viene correttamente metabolizzato),
  • ipercolesterolemia (mutazione del metabolismo dei lipidi),
  • ipertensione (irrigidimento dei vasi soprattutto a livello renale),
  • adipositа viscerale.

Quando iniziamo di invecchiare?

 

Dopo i 25 anni i livelli di testosterone e ormone della crescita inizieranno a calare, mentre si manterranno piu costanti dopo i 40 anni, ecco perche da giovani si riesce a raggiungere una forma fisica che piu in lа con gli anni è ben piu difficile modificare.  Per chi cerca la massa muscolare, sarebbe opportuno cercare di costruirsi il corpo prima dei 40 anni, superati i quali si dovrа soltanto mantenere la massa acquisita. 

Dopo i 30 anni la capacitа fisiologica dell’organismo, il “numero di giri” a cui va il nostro “motore”, si riduce di circa l’1% l’anno, ovvero si consuma di meno, quindi si tende anche ad ingrassare di piu se si continua a mangiare come quando si era piu giovani. Se dopo i 30 anni ci si ritrova in sovrappeso è facile che intorno ai 50 si sarа obesi. Piu si è giovani e piu è facile riequilibrare la situazione.

Dopo i 35 anni la perdita di minerali nelle ossa comincia a superare la quantità dei stessi minerali assimilabili. Una buona alimentazione e l’attivitа fisica sono tra le armi piu importanti. Dopo i quaranta anni si cominciano a perdere anche centimetri di altezza: i dischi della colonna vertebrale sono pieni di liquido ma con il passare degli anni invecchiano. A circa 60 anni si saranno persi circa 3 cm di altezza.

Tra i 50 e gli 80 anni si puo perdere il 35% della massa muscolare. Continuando ad allenarsi, invece, si puo riuscire a mantenerla! Con l’allenamento i muscoli si mantengono grandi e le ossa forti. Nell’invecchiamento tutto si desincronizza e diminuisce la ciclicitа ormonale: l’organismo perde il controllo di se stesso.

 

Come comportarsi in pratica?

 

  • Per prima cosa bisogna ripercorrere assieme al medico di Medicina Generale la storia clinica della propria famiglia. Se ci sono casi di parenti stretti con malattie cardiovascolari, diabete, colesterolo alto o ipertensione è senz’altro il caso di programmare dei controlli clinici a partire dai 40 anni, perché si può essere più predisposti a queste malattie e individuarle subito è importante per curarle al meglio.
  • Fare test del sangue per valutare i livelli del glucosio (alterati in caso di diabete) e quelli del colesterolo totale, “buono” (HDL) e “cattivo” (LDL).
  • E’ utile controllare la pressione del sangue
  • Per la prevenzione cardiovascolare è utile una visita dal cardiologo e un elettrocardiogramma sotto sforzo.
  • Per quanto riguarda la prevenzione dei tumori, gli esami veramente utili non sono molti. Spesso però sono “dimenticati” . Quali sono i test che invece andrebbero fatti regolarmente? Per le donne sicuramente il Pap-test (individua lesioni pretumorali al collo dell’utero che si curano nel 100% dei casi), da fare ogni 2 anni o secondo quanto consiglia il ginecologo e la mammografia da ripetere ogni 2 anni tra i 40 e i 50 anni e annualmente dopo i 50 anni.
  • Dopo i 50 anni, invece, bisogna ripetere ogni anno l’esame del PSA (antigene prostatico specifico), un test del sangue che “misura” questo marcatore che può aumentare in caso di tumore della prostata (valori lievemente alterati non devono però far spaventare oltre misura).
  • Per tutti, uomini e donne, a partire dai 40-45 anni è utile la ricerca del sangue occulto nelle feci, che serve a identificare precocemente il tumore del colon retto, aumentando notevolmente le possibilità di guarigione. Chi ha familiarità sia per questo tumore sia per i polipi dovrebbe sottoporsi anche a una colonoscopia. In ogni caso, sarà il medico a dire se e quando è necessario ripetere gli esami.
  • Un controllo importante è anche quello degli occhi. Una visita dall’oculista dopo i 40 anni spesso è necessaria perché si comincia a leggere male da vicino. Può però essere anche la scusa buona per controllare le diverse strutture dell’occhio (con esami immediati, semplici e indolori) e verificare che siano in buona salute.
  • Infine l’osteoporosi dove e’ vero che ne è vittima una donna su 3 dopo i 50 anni.

Uno dei modi per combattere l’invecchiamento precoce è quello di ridurre il piu possibile lo stress ossidativo. Uno studio canadese ha anche scoperto che la materia grigia non perde colpi dopo i 55 anni, anzi dopo questa età si usa il cervello in modo piu efficiente di quanto fanno i giovani, compensando con l’arricchimento delle connessioni la perdita dovuta all’invecchiamento.

Scopri anche “Come non scivolare verso forme di demenza” qui: http://wp.me/p7vXOQ-19t

Scopri anche “Acidosi = Disturbi della pelle e calvizie precoce” qui: http://wp.me/p7vXOQ-18j

Inoltre puoi leggere “Perche si nasce alcalini e si muore acidi” qui: http://wp.me/p7vXOQ-17N

Scopri che “Esiste una sola malattia e si chiama ACIDOSI” qui: http://wp.me/p7vXOQ-17G

Leggi anche “Alzheimer e pesce” qui: http://wp.me/p7vXOQ-Z1

Per concludere puoi leggere anche “Acidità e diabete” qui: http://wp.me/p7vXOQ-18a

Se hai trovato interessante il mio articolo condividilo e lasciami un tuo commento per sapere cosa ne pensi.

Come sono collegati mal di schiena e la pressione?

Circa il 70 per cento delle persone a rischio per ottenere l’osteocondrosi cervicale. Questa malattia si verifica in tutti i gruppi di età, ma spesso è 20-40 anni. Molti si chiedono se l’osteocondrosi cervicale aumentare la pressione.Sì, oltre ai sintomi di dolore acuto, mal di schiena è spesso dipartimento collo è davvero la causa della pressione alta.

 

Collegamento tra malattie.

 

Come sono mal di schiena e la pressione? Ipertensione – è quello di aumentare il livello di pressione che si verifica nella circolazione sistemica. Il più delle volte il trenta percento della popolazione del mondo in via di sviluppo di questa malattia in forma cronica. Considerando questo e il fatto che la lombalgia si verifica in circa il settanta percento della popolazione, è chiaro che la probabilità di una combinazione di queste malattie è sufficientemente elevata. Così, queste malattie si verificano in circa gli stessi rappresentanti fascia di età, e con l’aumentare dell’età il numero di pazienti aumenta significativamente. Cervicale strettamente associato con il sistema vascolare del cuore umano. Per centro simpatico spinale responsabile della fornitura di nervi situati nella regione dal vertebre cervicali 8 al 6 ° toracica.

Può dire, lombalgia e la pressione sono correlati. Inoltre, nella innervazione del muscolo cardiaco (tessuti innervazione o organi che forniscono comunicazione continua con il sistema nervoso centrale) nervi sono coinvolti, che sono disposte nel secondo e terzo seno vertebre cervicali. Pertanto, qualsiasi anomalia, che si verificano in 3-5 vertebre cervicali, interrompe il normale flusso di sangue tra il cervello e il midollo spinale. Oggi, i medici stabilito che l’osteocondrosi e la pressione sanguigna cervicale e aritmie cardiache hanno una relazione stabile. In genere, l’ipertensione trovato in pazienti che hanno sporgenze e ernia del collo della carta intervertebrale. Spesso in questa situazione, il paziente durante il giorno osservato picchi di pressione costanti.

 

Cause della pressione osteocondrosi scende.

 

Le cause di ipertensione possono essere diversi. Ad esempio, un aumento dello stress è una normale reazione del corpo umano (assicurata la sopravvivenza del corpo umano dirige sangue agli organi vitali significativi). Ma oggi la vita umana moderna è così piena di diverse sollecitazioni che questo fatto spesso porta ad un fallimento dei meccanismi di protezione. Come risultato, stiamo innalzando la pressione anche con una piccola irritazione.

Quindi, una persona che è sotto stress a livello emotivo, in termini di inattività è interessato cervicale. Di conseguenza, prima che il farmaco, se è stato identificato un osteocondrosi cervicale e la pressione sanguigna salti, che si terrà l’esame olistico per identificare validi motivi.

 

Perdite di carico Sintomi di osteocondrosi.

 

L’ipertensione è spesso aggravati da inedia del cervello che si verifica quando la malattia cervicale. Questa malattia si verifica spesso nella fase acuta della malattia degenerativa del disco cervicale, in altre parole, la formazione di sporgenze o ernia intervertebrale. Uno dei principali sintomi di questa fanno a gara o la pressione scende, cioè, osteocondrosi cervicale e la pressione sanguigna sono correlati alla stessa accompagnata da vertigini e mal di testa.

Per rivelare il coinvolgimento di pressione instabilità, è necessario effettuare procedure diagnostiche. Ma uno dei metodi più efficaci è lo studio dei sintomi al momento dell’attacco gocce. Questi includono:

  • vertigini e mal di testa;
  • intorpidimento delle dita e il cingolo scapolare;
  • dolore al collo.

Inoltre, un aumento della pressione in osteocondrosi cervicale è accompagnato anche da un dolore acuto e penetrante blackout. Se il dolore non va via quando l’assunzione di farmaci, allora è sicuro dire che non vi è alcun aumento della pressione a causa di problemi con il sistema cardiovascolare, e non sotto l’influenza di fattori esterni, causata dalle osteoartrite.

Se vedete i sintomi sopra elencati – una visita dal medico non stringere. Il trattamento di queste malattie vi aiuterà a sbarazzarsi del disagio e dolore. Miglior trattamento per qualsiasi disturbo – naturalmente, le misure di prevenzione. Se esiste già, è possibile alleviare la loro condizione, ammorbidendo le manifestazioni dolorose.

 

Metodi di prevenzione della malattia degenerativa del disco della cervicale.

 

  • Carico normalizzato. Guardare da vicino in modo da non sovraccaricare il corpo.
  • Salute e nutrizione, non porta a un risultato di disturbi metabolici.
  • Aria fresca nella stanza. Il locale deve essere ventilato spesso, dal momento che una diminuzione di ossigeno nel sangue può provocare spasmi dei vasi.
  • Lo stesso effetto negativo porta a fumare, in modo da smettere di fumare – un passo importante verso la guarigione della patologia cervicale.

 

Cervicale osteocondrosi e la pressione sanguigna trattamento.

 

Correttamente diagnosticare malattie considerate, il paziente prima di tutto attende trattamento medico, che comprende non solo i farmaci che controllano la perdita di carico, ma anche quelle che hanno effetto analgesico ed anti-infiammatorio.

Molto spesso, un paziente che ha mostrato un aumento della pressione nel osteocondrosi cervicale, massaggio prescritto e esercizi terapeutici. La casa può essere abbastanza ogni 2-3 ore per eseguire il movimento di prevenzione, le piste e nel dipartimento di auto-massaggio del collo. Questo semplice metodo riduce il mal di testa e in qualche misura normalizzare la pressione.

Ma dobbiamo ricordare che la mobilità attiva o massaggio può causare ipertensione , vi consigliamo tutti gli esercizi e le procedure svolte sotto la supervisione di un neurologo , come ogni deviazione piccolo può portare a quella caduta, o viceversa aumenterà la pressione nel osteocondrosi della cervicale, aumentando così il periodo di recupero e di riabilitazione.

 

Terapeutico esercita.

 

Cervicale osteocondrosi e la pressione sanguigna – diagnosi che utilizza la ginnastica, ma deve essere fatto in modo sistematico e con regolarità per ottenere l’effetto completo.

  • Posizione di partenza – in piedi o seduti. In espirazione, inclinare la testa, il più vicino al mento seno. Poi girare lentamente la testa per respirare come se volete vedere la schiena. Nella posizione finale Tenere premuto per alcuni secondi ed espirate lentamente di nuovo inclinare la testa al petto. Ripetete l’esercizio – 10 volte.

Basandosi sulla sua salute, diversi approcci possono essere fatti 3-4 volte con un intervallo di circa cinque minuti.

  • Mettere sulla fronte e la mano di lui spingere 15-20 secondi, non inclinate la testa all’indietro. Sdraiato a pancia in giù, con le mani …Posizione di partenza lungo le palme tronco. Il mento è messo su un pavimento piano e cercare di rilassarsi il più possibile. Inclinare lentamente la testa verso destra, cercando di toccare il pavimento con il suo orecchio. Tornare alla posizione di partenza. Quando fare l’esercizio sul lato sinistro. Ripetere – 10 volte.
  • Gli esercizi di salute complesso non c’è bisogno di andare forti movimenti estensori e flessori del collo, in quanto potrebbero danneggiare i dischi spinali. Gli esercizi non devono essere accompagnate da dolore. Sentire il dolore – ridurre il carico di lavoro.