Articoli

Curcuma: la spezia ayurvedica per eccellenza

La Curcuma Longa

La radice di curcuma venne scoperta migliaia di anni fa. È una spezia dorata dalle preziose proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, cicatrizzanti, digestive e depurative. Scopriamone insieme i benefici principali per la nostra salute.

La Curcuma è una pianta erbacea perenne, dal caratteristico rizoma di colore giallo, originaria dell’Asia meridionale, India e Indonesia. Questa spezia è nota anche con il nome di “zafferano delle indie” ed è largamente utilizzata nella cucina indiana e mediorientale. Si ricava da una pianta chiamata Curcuma Longa, coltivata principalmente nel sud dell’India. Questa radice si impiega da oltre 5000 anni nella medicina ayurvedica come depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio, contro la dissenteria, artrite e disturbi epatici. La radice contiene curcumina, proteine, glucosio, vitamina C e fruttosio.

Sancite le origini e le caratteristiche nutrizionali della curcuma, passiamo ad occuparci delle sue proprietà benefiche, cominciando da quella antinfiammatoria: questa spezia può infatti dare una mano al nostro organismo nel ridurre i meccanismi infiammatori, e in particolar modo quelli che coinvolgono le articolazioni.

Svolge inoltre una importante funzione depurativa, supportando il nostro corpo nel processo di espulsione delle tossine, e un’azione coleretica, incrementando la produzione della bile e favorendo il passaggio verso il duodeno. La curcuma è inoltre un noto elemento antiossidante e antitumorale, cicatrizzante e digestivo. Tra le sue altre proprietà, spiccano quella di stabilizzatore glicemico, antibatterico, antistaminico, immunostimolante, sebo regolatore, lenitivo, e protettore cardiovascolare. Insomma, un vero e proprio portento per il nostro organismo, ben noto agli appassionati di medicina ayurvedica, e in grado di essere assunto attraverso qualche ghiotta ricetta.

Rimedio naturale contro l’artrite

Le ormai conosciutissime proprietà anti-infiammatorie della curcuma sono ottime per trattare l’osteoartrite e l’artrite reumatoide. Questo è possibile anche agli antiossidanti che la spezia contiene al suo interno i quali combattono i radicali liberi e offrono, così, sollievo dai dolori articolari. Ha un buon effetto anche contro le infiammazioni alle articolazioni.

Mantiene il diabete sotto controllo

La curcuma può essere utilizzata nel trattamento del diabete. Infatti, offre il suo supporto nel tenere in moderazione i livelli di insulina. È anche in grado di migliorare il controllo del glucosio e di aumentare l’effetto dei farmaci utilizzati per trattare il diabete.

Un altro notevole vantaggio è l’efficacia della curcuma nel ridurre la resistenza all’insulina. Questo può prevenire l’insorgere del diabete di tipo 2. Tuttavia, se la spezia entra in contatto con farmaci dall’elevata potenza, potrebbe causare l’ipoglicemia (bassi livelli di zucchero nel sangue). Prima di ingerirla in questo caso, sarebbe consigliabile consultare il proprio medico che saprà indicarvi qual è la soluzione più adatta per voi.

Riduce i livelli di colesterolo

Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato che utilizzare la curcuma come condimento nell’alimentazione può ridurre i livelli di colesterolo cattivo. Ciò è molto importante in quanto mantenere al proprio posto il colesterolo previene molte malattie dell’apparato cardiovascolare.

Supporta il sistema immunitario

La curcuma contiene una sostanza nota come lipopolisaccaride, capace di contribuire a stimolare il sistema immunitario. Questo si deve anche alle proprietà antibatteriche, antivirali e antimicotiche della spezia che lo rafforzano, formando così una squadra vincente. Infatti, un sistema immunitario forte e che funziona bene riduce le probabilità di contrarre influenza, raffreddore e tosse. Per una prevenzione completa noi consigliamo di mescolare un cucchiaio di curcuma in polvere in un bicchiere di latte caldo e di berne una volta al giorno, specialmente nelle fredde giornate d’inverno.

Aiuta la cicatrizzazione delle ferite

Come agente antisettico e antibatterico naturale, la spezia può essere usata come disinfettante naturale. In caso di tagli o scottature, potete cospargere sulla ferita della polvere di curcuma per accelerarne il processo di guarigione. La curcuma aiuta anche a riparare la pelle danneggiata ed è possibile utilizzarla per il trattamento della psoriasi e di altre condizioni infiammatorie della pelle.

Dimagrire con la curcuma

La curcuma in polvere è molto utile per mantenere un peso ideale. Lo si deve grazie a un componente presente al suo interno che aumenta il flusso della bile e viene coinvolto nella ripartizione dei grassi alimentari. Ciò non significa che con la curcuma si dimagrisce, ma se arricchite i vostri pasti con un cucchiaino di curcuma in polvere potrete contare su un ottimo alleato (questo sempre se associato ad una leggera attività fisica ed una dieta equilibrata).

Continua a leggere

Artrosi e artrite. Prevenzione e cura.

Artrosi e artrite. Prevenzione e cura.

Ogni volta che ci muoviamo utilizziamo le articolazioni. Durante il giorno si compiono migliaia di movimenti, senza nemmeno accorgersene. Con il passare del tempo, però, i movimenti sono meno fluidi ed automatici, le giunture si consumano poiché la cartilagine si riduce aprendo la strada ai dolori articolari. Sono sempre più le persone che in Italia soffrono di artrosi e artrite che colpiscono le articolazioni con conseguenze anche gravi.

Articolazioni, cartilagini e ossa sane sono i presupposti per il mantenimento della mobilita e di una buona qualità di vita ad ogni età.

Diversi fattori agiscono sul corretto funzionamento delle articolazioni. Accanto ad un’alimentazione varia e ad una buona dose di movimento, il metabolismo nutrizionale della cartilagine delle articolazioni e di primaria importanza. Le articolazioni richiedono un elevato fabbisogno di sostanze essenziali:

  • Durante le ore lavorative
  • Durante prestazioni sportive (ad es. Articolazioni tibio-tarsiali)
  • In caso di sovrappeso
  • Con l’avanzare dell’età
  • In caso di malattie degenerative delle articolazioni (artrosi/artrite)

Esiste un rimedio per bloccare la degenerazione della cartilagine, è un integratore a base di glucosamina solfato e condroitina solfato.

Queste sostanze hanno dimostrato attraverso numerosi studi clinici che influiscono positivamente sulla produzione e rigenerazione della cartilagine danneggiata e che rafforzano le fibre cartilaginei. Il prodotto cura le cartilagini e le articolazioni attraverso importanti sostanze costituenti e stimola la ricostruzione delle cellule cartilaginee e delle sinovie.

  • Favorisce un tessuto connettivo e cartilagini in buona salute.
  • Favorisce articolazioni più leggere, meno rigide e movimenti facilitati
  • Miglioramento della mobilità

Numerosi studi clinici hanno dimostrato che la glucosamina solfato è efficace per alleviare il dolore, aumentare la mobilità delle giunture e ridare la possibilità di camminare normalmente. La glucosamina è un principio attivo ricavato dai crostacei marini ed è indispensabile per la costruzione e il mantenimento della cartilagine.

Ma cosa sono queste sostanze?

Solfato di glucosamina

Il solfato di glucosamina e uno zucchero amminico e viene impiegato negli integratori alimentari come sostanza nutritiva per articolazioni. L’effetto principale della glucosamina risiede nella produzione di sostanza cartilaginea. Essa rafforza le fibre cartilaginee tiene sotto controllo gli enzimi dannosi per la cartilagine. Il corpo umano perde con il passare degli anni la capacita di produrre glucosamina. La glucosamina e una componente del proteoglicano, proteina che lega l’acqua al tessuto connettivo affinché quest’ultimo mantenga la sua efficacia protettiva. I proteoglicani rappresentano la componente principale della cartilagine delle articolazioni e sostengono la formazione delle sinovie.

Solfato di condroitina

Il solfato di condroitina e una componente naturale della cartilagine delle articolazioni. Esso dona resistenza alla cartilagine e, insieme al solfato di glucosamina, e responsabile per il mantenimento dell’elasticità cartilaginea nei legami con l’acqua.

Queste sostanze favoriscono i legami acquosi nelle articolazioni e nel tessuto connettivo. Le articolazioni vengono così alleggerite e l’elasticità della cartilagine si rafforza. Il solfato di glucosamina e uno zucchero amminico, la glucosamina agisce maggiormente nelle sostanze cartilaginee. Il solfato rafforza le fibre cartilaginee e mantiene sotto controllo gli enzimi dannosi per la cartilagine

La condroitina è un mucopolisaccaride estratto dalla cartilagine di squali d’allevamento. La sua funzione a livello cartilagineo è quella di impedire l’attacco di alcuni enzimi distruttori. Inoltre favorisce il transito di liquidi nella cartilagine, importantissimi per la salute e il fisiologico funzionamento di questo tessuto. Pertanto la somministrazione di condroitina può essere raccomandata per tutte le situazioni di assottigliamento cartilagineo.

L’abbinamento della glucosamina solfato e della condroitina genera un effetto protettivo in grado di ridurre i dolori alle articolazioni a lungo termine, poiché si agisce sulle cause e non sui sintomi. Se presi assieme e assunti regolarmente, questi due principi attivi lavorano in sinergia stimolando la produzione di cartilagine e aiutando il controllo degli enzimi che la danneggiano.

Molte volte a queste due sostanze si aggiungono altre come:

  • Il Mangano un microelemento essenziale. Il corpo necessita di questa sostanza per la crescita delle ossa ed anche per la produzione di diversi enzimi. Esso partecipa alla formazione del tessuto connettivo ed osseo ed attiva l’enzima glicosil-transferase, che partecipa alla sintesi del solfato di condroitina nella cartilagine e nelle ossa.
  • La vitamina “E” una sostanza nutritiva, che viene sintetizzata solo dalle piante. Gli uomini e gli animali la possono assimilare solo attraverso l’alimentazione. La vitamina “E” e un importante antiossidante. E’ dimostrata anche l’influenza di diversi sistemi enzimatici.
  • La vitamina “D” di primaria importanza per le nostre ossa; partecipa al differenziamento delle cellule staminali ossee e al metabolismo dei minerali calcio e fosfato, che svolgono un ruolo importante nella formazione del tessuto connettivo.

Queste sostanze nutrienti sono importanti per il mantenimento di articolazioni vitali e flessibili e possono aiutare la rigenerazione delle cartilagini danneggiate. Significativa e anche l’assunzione per tutti gli uomini che vogliono prevenire disturbi alle articolazioni che si presentano con l’età o per gli uomini che affaticano particolarmente le articolazioni a causa di attività fisica e lavorativa.

Di solito si ottengono i primi benefici dopo un periodo di terapia compreso tra i tre e sei mesi. Le articolazioni diventano più flessibili e resistenti, oltre ad avvertire contemporaneamente un effetto sedativo contro il dolore, senza gli effetti collaterali che gli antinfiammatori provocano.

Alcune aziende combinano queste importanti sostanze con i loro Drink Gel all’Aloe in modo da unire i benefici dell’aloe ed apportare un sostegno ideale all’apparato motorio in questo caso si consiglia di ricercare sempre prodotti certificati come ad esempio dallo IASC (l’associazione scientifica per l’aloe vera).

Artrosi e artrite. Prevenzione e cura.