Microsoft: Guerra contro il cancro.

Microsoft: Guerra contro il cancro.

In un recente annuncio, il gigante delle tecnologie informatiche Microsoft ha sostenuto che riuscirà a “risolvere” il problema del cancro entro 10 anni “riprogrammando” le cellule malate e facendole ritornare ad uno stato sano. In un post sul sito ‘Microsoft Stories’, lo scrittore Allison Linn descrive come l’unione di scienziati, ingegneri e programmatori stanno cercando di utilizzare algoritmi e computer per capire nuovi metodi di trattamento di questa malattia. L’annuncio di Microsoft, “La guerra contro il cancro”, serve per presentare prossimamente in modo efficace il lancio pubblico di un nuovo hi-tech.

Il gigante nel campo dello sviluppo di software per PC e altri apparecchi – la società Microsoft – difficilmente può essere messa in relazione alla preoccupazione con la salute umana. Tuttavia, ha delicatamente ma con fermezza preso il suo posto nel mondo della ricerca medica. Già 150 scienziati e sviluppatori di software stanno lavorando su vari progetti di Microsoft Research nella divisione conosciuta chiamata «bioinformatica”, che comprende l’apertura di un nuovo laboratorio.

In questo laboratorio sono stati riuniti gli esperti di linguaggio macchina, di programmatori, di matematica e di biologia. Per decenni, queste discipline erano relativamente non confrontabili, ma con l’avvento di una tale scienza, come la bioinformatica, la situazione sta cominciando a cambiare.

Gran parte del lavoro degli esperti di Microsoft Research si propone a modellare la crescita e lo sviluppo delle cellule viventi, la loro proliferazione e la comprensione di come una cellula decide di diventare cancerose o morire.

Attraverso l’uso di tecnologie informatiche avanzate Microsoft afferma che sarà presumibilmente in grado di capire i metodi di trattamento contro il cancro, “individualizzare” quelli più efficaci per i pazienti.

Il progetto per riprogrammare le cellule tumorali è guidato dal capo di Microsoft Research Andrew Phillips. Insieme ai suoi colleghi, sta cercando di creare un linguaggio di programmazione per modellare la relazione tra i componenti biologici, successivamente di monitorare ogni movimento delle cellule. Le Sue parole sono state: “Se sarà possibile e riusciremo ad ottenere una risposta dalla cellula, agendo su di essa dall’interno, in questo modo saremo in grado di superare la malattia prima che si diffonda, “.

Secondo lo scienziato, uno dei problemi più gravi per la sua squadra è che i computer sono stati creati da persone e le cellule e le malattie sono il risultato di anni di evoluzione. Per risolvere questo problema si richiede un modello di calcolo con un livello estremo di complessità: “E ‘un processo lungo, ma penso che, tecnicamente è ancora possibile. In questi 10 anni, creeremo un sistema molecolare intelligente che porterà il cancro ad essere una malattia cronica gestibile.”

“Può sembrare che il campo della biologia e dei computer siano non simili tra loro, come il formaggio e il gesso” – dice Chris Bishop, responsabile del laboratorio, “ma i complessi processi che avvengono nelle cellule hanno alcune somiglianze con quello che accade in un normale personal computer”.

I rappresentanti della società dicono che il loro obiettivo finale è quello di imparare a riprogrammare le cellule viventi. Ciò cambierà drasticamente l’approccio per il trattamento di malattie come il cancro e nel breve termine, l’obiettivo dei ricercatori è quello cui attraverso la modellazione informatica si possano sviluppare gli strumenti che semplificano il processo di creazione di nuovi farmaci.

Fonte: https://news.microsoft.com/stories/computingcancer/

Se ritieni questa informazione importante condividila con i tuoi amici, mi farebbe piacere ricevere un tuo commento per sapere cosa ne pensi.

LASCIA IL TUO COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.